Cerca
  • Paolo Padovani

Immobili di prestigio e discrezionalità


Volete vendere un immobile di prestigio?

Non ditelo a nessuno

Si tratta (evidentemente) di una provocazione, ma non troppo.

Non so se vi capita mai, quando vi viene affidato in vendita un immobile di prestigio (villa, attico, immobili da qualche milione di Euro) oltre che porre a Voi stessi la domanda di quali siano le giuste azioni di marketing per una corretta commercializzazione, di scoprire che quella specifica proprietà sia in vendita lo sappiano tutti. Ma proprio tutti.


Ciò accade perché i proprietari di tali immobili, spesso persone “in vista” e con una forte rete di relazioni sociali, trascurano un aspetto importante per valorizzare la vendita del proprio immobile per favorire azioni di marketing efficaci: la discrezionalità.

In buona fede, lo dicono all’amico influente, al commercialista, all’avvocato, agli amici ed a tutta una serie di persone le quali “a grappolo” di fatto eseguono con anticipo rispetto a chi dovrebbe farlo la principale azione di marketing che avrebbe dovuto svolgere il proprio consulente immobiliare: la vendita (marketing) relazionale, che se fatta da persone professionali e competenti sicuramente hanno maggiore efficacia ai fini della realizzazione finale della “chiacchiera”, se pur legittima.

Il potenziale interlocutore di queste transazioni immobiliari va ricercato attraverso Professionisti o reti strutturate (che ci sono e molto conosciute) che conoscano quali azioni applicare, che mettano in moto una serie di attività di relazione in determinati circuiti che certamente non si limitano al territorio nazionale.


Questo punto (il tipo di Marketing applicato) è fondamentale perché, personalmente, mi vien da piangere quando vedo ville da sogno “sbattute” su portali immobiliari dove vengono esibite assieme all’appartamentino di periferia, o su Facebook dove ancora qualcuno crede di poter avere risultati “di prodotto” piuttosto che, come dovrebbe essere, di “branding” (salvo che il post non sia collegato ad una landing page, ma comunque sarebbe il prodotto sbagliato nel posto sbagliato).


Resta il fatto che tale tipologia di immobili merita di essere trattata da chi possiede conoscenze e reti di relazioni personali e professionali di un certo livello e che, anche se un determinato (ma selezionato) marketing mix deve essere eseguito, sarebbe importante che i proprietari si affidassero al proprio professionista immobiliareprima di avere diffuso la notizia della vendita che, in particolare modo per questi immobili, viaggia in determinati ambienti alla velocità della luce.

Purtroppo ritengo che non esistano ancora spazi (portali e siti) dedicati al segmento Luxury che abbiano la stessa redemption di quelli dedicati, diciamo così, ai prodotti Retail; una volta si utilizzavano riviste di settore le quali, purtroppo per chi le ha amate come chi appartiene alla mia generazione, sono assolutamente superate, ma che avevano il pregio infinito di “presentare e raccontare” il prodotto di prestigio, anziché farlo percepire come semplicemente “in vendita” al pari di una scatoletta di tonno (ho esagerato?).


Ma non avendo, come si suol dire, “la verità in tasca” e ritenendo fondamentale il confronto, mi piacerebbe sapere cosa ne pensate, che siate colleghi, esperti di marketing o consulenti immobiliari. Anche perché, quanto sopra, è vero anche per tanti immobili “ordinari” e non necessariamente appartenenti al segmento del Lusso.

Vi lascio con il mio modesto consiglio ai venditori: quando dovete vendere un immobile di prestigio, fatelo in silenzio, in punta di piedi, affidandovi al consulente immobiliare che ritenete più capace.

Uno solo.

16 visualizzazioni

045 803 5727

©2020 di L'immobiliare.com Verona Centro. Creato da Agrimcasa Srl