Cerca
  • Andrea Zorzanello

Perché la Classe energetica da valore al tuo immobile?

Aggiornato il: mar 9


La tabella che tutti conosciamo indica la Classe Energetica di appartenenza. Oggi, anche per gli edifici di nuova costruzione, la clientela esige come minimo la Classe A. Tutti hanno capito che classi inferiori, o addirittura minime come la G e la F, fanno aumentare il consumo di energia. Già ma di quanto?


La tabella indica il consumo annuale, espresso in kWh per metro quadro. Quindi una casa Classe F consuma, per metro quadro, 5 volte in più di una Classe A, il triplo di una Classe B e più del doppio di una casa Classe C.

In linea di massima una casa di 100 mq in Classe A dovrebbe avere un consumo inferiore a 30 kWh/mq anno, che tradotto in soldoni significa un consumo annuale tra i 200€ e i 330€. Attenzione, ciò non tiene conto delle maggiorazioni poste in bolletta, come tasse e spese varie.



Comunque, è pur sempre un buon risultato, se consideriamo che la maggior parte delle case esistenti, costruite tra gli anni ‘60 e ’90, sono in Classe F o G e quindi con consumi ben più elevati (indicativamente tra i 1.000€ e i 1.650€).


Anche una buona ristrutturazione dei soli interni, grazie soprattutto al cambio degli infissi con doppi vetri più performanti, può far arrivare un appartamento condominiale solo ad una Classe F, massimo Classe E con qualche accorgimento in più.




Per migliorare la Classe energetica in maniera apprezzabile si possono effettuare i seguenti lavori:

  • applicare dei cappotti alle pareti perimetrali dall’interno o, meglio, dall’esterno

  • migliorare l’isolamento del tetto, magari in occasione del rifacimento dello stesso

  • sostituire gli infissi (anche condominiali)

  • sostituire la caldaia con una a condensazione oppure allacciarsi al teleriscaldamento, quando possibile ed utilizzare le termovalvole

  • utilizzare il riscaldamento a pavimento a basse temperature

  • utilizzare pompe di calore

  • utilizzare fonti di energia alternative (solare / fotovoltaico)

Non sempre è possibile arrivare a fare ogni intervento sopra descritto, soprattutto se trattasi di condominio, ma tra gli incentivi e una buona amministrazione con obbiettivi a lungo termine, non è neanche impossibile.



Nella valutazione immobiliare, la Classificazione energetica non ha ancora una sua determinazione statistica ben determinata, quindi basandoci sul dato del risparmio energetico si può approssimare che una casa che raggiunge almeno la Classe E, vale circa 120€ ~ 130€ al metro quadro in più rispetto ad una Classe F o G, mentre una Classe A può arrivare a valere anche oltre 400€ al metro quadro in più.


Supponendo un appartamento di circa 100 mq, ecco quanto vale:

  • Classe G / F base di partenza

  • Classe E: +€.12.000

  • Classe D: +€.21.000

  • Classe C: +€.27.000

  • Classe B: +€.33.000

  • Classe A: +€.40.000


Si segnala il seguente sito interessante per il calcolo della Classe energetica del proprio immobile

http://www.tucommit.com/servizi/simulatore-classe-energetica/


Vuoi saperne di più? Hai bisogno di ulteriori informazioni? Contattaci!


Andrea Zorzanello, veronese, dopo oltre 20 anni di esperienza con Imprese e Società edili di primo livello ha intrapreso la Professione di agente immobiliare con L’immobiliare.com di Verona con la quale, oltre l’attività di intermediazione, supporta i clienti e le Imprese nelle valutazioni tecniche.


andrea.zorzanello@limmobiliare.com

14 visualizzazioni

045 803 5727

©2020 di L'immobiliare.com Verona Centro. Creato da Agrimcasa Srl